I segreti per una grigliata da sogno: prima parte

La grigliata (o barbecue) è forse il metodo di cottura più “naturale” e diffuso. Per tutti, grandi e piccoli, ovunque la si organizzi (in taverna, nel giardino di casa, in riva al lago) la grigliata mette allegria e voglia di far festa insieme, insomma il divertimento è assicurato.

Mentre la carne pian piano si cuoce sotto l’occhio vigile del “fuochista” addetto alla cottura, intorno al barbecue ridiamo, scherziamo in compagnia e nel frattempo degustiamo magari qualche fettina di buon salame artigianale, accompagnato da un bicchiere di vino.

 Eppure realizzare davvero una buona grigliata, che lasci il ricordo e la voglia di assaggiarla nuovamente a breve, non è così banale come sembra. Lo diventa solo se si rispettano alcune semplici, ma basilari, regole.

Quali errori dunque evitare ?

Perché rischiare di “mettere in tavola” una grigliata troppo “secca” perché la griglia è stata accesa tardi e per accelerare i tempi di cottura abbiamo aumentato le braci o la fiamma ? Perché rischiare di non avere tutta la carne pronta nello stesso momento, solo perché non si è rispettato l’ordine di cottura dei vari tagli ? Sappiamo quale ingredienti sono indispensabili per una corretta marinatura della carne ?  

Ecco allora alcuni suggerimenti che spazzeranno via per sempre i nostri dubbi trasformandoci, come per incanto, in “esperto di grigliate”. La conoscenza di questi passaggi e trucchi ci porterà ad essere più sicuri e per chi le ha sempre sognate (ma non ha mai osato cimentarsi), potrà finalmente dedicarsi con sicurezza, ad una degna grigliata in famiglia.
 

 Ecco la prima scheda che puoi salvare come immagine, dove vuoi tu ! 
 

  

 

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Centro Carni Colli StoriciOk Ulteriori informazioni